Pescara Jazz e’ stato il primo festival jazz che ho visitato, amato e vissuto a fondo
per quasi tutta la sua vita. Ricordo la prima volta in autostop per raggiungere
Pescara e alloggio al Camping di fronte alle Piscine Le Naiadi. Tra I campeggiatori
giovani come Giampaolo e Michele Ascolese, Patrizia Scascitelli, Peppe Caporello e
tanti altri che poi sono diventati star del jazz italiano. Le notti le passavamo all’
Esplanade, alla cantina per essere precisi dove si alternavano quasi tutti i Big che
avevano suonato sul palco delle Naiadi. Ricordo Mingus ascolatare un Massimo
Urbani al top della creativita’ che appariva e scompariva dal palco.
Ero tra quelli che ha respirato i gas lacrimogeni della polizia il giorno del concerto di
Don Cherry ed ero anche allo stadio Adriadico quando Chet Baker è tornato a
suonare dopo il carcere. Negli anni si e’ temuto anche che questo festival
terminasse la sua esistenza ma cosi’ non e’ stato e ne sono felice.  Auguri Pescara
Jazz 50, uno dei piu’ longevi festival europei con un cartellone veramente
innovativo e con ampio spazio alle realta’ italiane, anche se come sempre ci sono
quelli che, io penso a torto, devono criticare.  
Auguri Pescara Jazz di altri 50 and more.

W la Musica.

Coco Bucci
2019 cocobucci.com - all rights reserved
Rene' Thomas - PESCARA JAZZ 1970 by ROBERTO POLILLO

Stefano Bollani - PESCARA JAZZ 2014 by PAOLO IAMMARRONE